Quando cambiare lavoro?

Quando cambiare lavoro?

Dopo il COVID, stiamo assistendo ad un fenomeno di dimissioni mai visto in precedenza.

Molte donne e non solo stanno cambiando lavoro o stanno addirittura lasciando il proprio lavoro senza alcuna alternativa certa.

Che fine ha fatto il tanto amato “posto fisso”?

Quello che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo in questi ultimissimi anni, a seguito della pandemia, è un cambio totale di paradigma del mondo del lavoro.

E dalla mia prospettiva, vedo che le donne sono in prima linea nel portare questo cambiamento, nel mondo del lavoro e, più in generale, della nostra Società, attraverso la voglia e la grinta di reinventarsi, per trovare veramente la propria strada.

Molte donne hanno iniziato ad accorgersi che il lavoro che hanno svolto fino all’avvento del COVID, potrebbe essere svolto diversamente, con tempi, orari e flessibilità più consona ad una donna, lavoratrice, moglie e mamma.

Molte di noi hanno avuto il tempo, in questo periodo, di fermarsi e di riflettere su quello che stavamo facendo, su come lo stavamo facendo e forse anche a che cosa stavamo rinunciando, lavorando tutto il giorno, oltre allo spreco di tempo impiegato nei tragitti casa-lavoro.

Forse abbiamo iniziato a capire che non ne vogliamo più sapere di un lavoro che, ancora oggi, in molte realtà, vogliono farci intendere come un sacrificio o, peggio ancora, come “sofferenza”.

Queste mie riflessioni nascono proprio oggi da un interessante articolo di Corinna De Cesare, “Le grandi dimissioni: perché dopo il Covid molti stanno cambiando lavoro”

In questo articolo si legge che: “un’analisi di Microsoft afferma che il 40% della forza lavoro globale sta pensando di dimettersi entro l’anno.

Ma non per tutte le donne, cambiare lavoro, dare le dimissioni, è una scelta facile. Anzi, il più delle volte ci troviamo bloccate dai nostri pensieri, che ci fanno credere di non poter avere una scelta. Di non avere alternative.

Se stai leggendo questo post, forse anche a te sarà balenata l’idea di salutare capi e colleghi e ti starai chiedendo quando cambiare lavoro, nonostante tutte le paure, i “se” ed i “ma” del caso.

Molte donne si chiedono quando è il momento migliore per cambiare lavoro.

Alcune si preoccupano del fatto che se è passato troppo poco tempo da quando sono state assunte, si potrebbe apparire poco affidabili agli occhi di un potenziale futuro datore di lavoro.

Altre invece pensano il contrario, cioè che aver cambiato poche volte, potrebbe far pensare che si è una persone, che può apparire poco incline ai cambiamenti e molto abitudinaria.

Vuoi sapere la verità? Non esiste un momento perfetto per cambiare lavoro.

E’ una scelta che devi fare tu, in base alle tue valutazioni e, soprattutto quando ti sentirai pronta di fare questo importante passo.

Quindi, prova a valutare alcuni aspetti, che potrebbero aiutarti a prendere una decisione. Ti propongo una serie di domande.

  1. I valori dell’Azienda rispecchiano i tuoi valori?
  2. Ti sembra di non aver più nulla da imparare? Ti sembra che il tuo lavoro sia diventato un po’ troppo routinario?
  3. Hai appurato che all’interno della tua attuale organizzazione non ci possono essere opportunità di crescita professionale?
  4. Il rapporto con il tuo Capo è conflittuale?
  5. Il rapporto con i colleghi è difficile?
  6. Ti sembra di essere sottopagata rispetto a quanto pensi di valere?
  7. Hai l’impressione che l’Azienda investa poco su di te?
  8. Ti senti poco valorizzata?
  9. Fatichi a sopportare la pressione a cui ti senti sottoposta?
  10. Gli orari di lavoro sono troppo pesanti per poter avere un giusto bilanciamento tra vita lavorativa e vita privata?

Se alla maggior parte di queste domande hai risposto SI, forse è arrivato il momento di cambiare lavoro.

Ti rimando anche ad altri contenuti relativi al tema del cambiamento: Il lavoro che vorrei: da dove partire; leggi anche: da dove partire per cambiare lavoro

Vorrei però farti riflettere bene su un aspetto. E, per questo, ti faccio un’ultima domanda.

Quello che pensi del tuo attuale lavoro è realmente vero, o è frutto di una tua proiezione, se non addirittura della proiezione di altri?

Se così non è, allora lasciati andare e vola verso nuove sfide! Ricordati che là fuori c’è un mondo di nuove opportunità!

Mi farebbe piacere sapere anche tu cosa ne pensi e, se sei confusa, se non sai che cosa fare con il tuo lavoro, contattami! Ti offrirò un’ora di coaching gratuito, in cambio di una condivisione di questo post.

Rispondi